News

Ricondizionati, il nuovo business ecco come fare acquisti sicuri

Ricondizionati, il nuovo business ecco come fare acquisti sicuri

Si sente sempre più spesso parlare di prodotti ricondizionati o rigenerati (in inglese refurbished) e stanno avendo un notevole successo. Non c'è da stupirsi, visto che il prezzo è conveniente e sta venendo meno la "smania" di avere a tutti costi l'ultimo modello perché ha il processore più veloce o lo schermo con la risoluzione più alta. Benefit poco tangibili a meno che non si usino applicazioni che richiedono prestazioni elevate e molta potenza di calcolo. Ma cos'è un device ricondizionato?

In genere si tratta di dispositivi - per esempio, pc, smartphone, server, smartwatch - che rientrano nei magazzini perché restituiti da un cliente che ha cambiato idea sul modello o sul colore, o per un ordine errato o un malfun- zionamento, oppure prodotti usati solo a scopo espositivo in fiere e mostre o all'interno di negozi. Gli stessi produttori o aziende specializzate si occupano di sostituire le parti rotte o difettose, compresi gli accessori, di sistemare gli eventuali problemi tecnici, effettuano il reset di tutte le funzioni per un ripristino totale "allo stato di fabbrica" e provvedono alle operazioni di pulizia e igienizza- zione per essere poi messi in vendita a un prezzo ridotto. In pratica sono "come nuovi". Prima di fare un acquisto, bisogna però fare molta attenzione sia nella scelta dello store valutandone la serietà e affidabilità, magari controllando dove presenti i feed- back degli utenti, sia in quella del prodotto leggendo attentamente la descrizione dell'oggetto per capire bene quali sono le condizioni e lo stato di "rigenerazione". Alcuni venditori, ma non tutti, danno una valutazione in gradi o definiscono delle categorie con nomi specifici. Inoltre, se il device è ancora in produzione, confrontate il prezzo con quello del nuovo e, in particolare se si tratta di computer, desktop o portatili, nel farlo verificate attentamente ogni singola caratteristica perché le configurazioni sono tantissime ed è facile sbagliarsi. E siccome la prudenza non è mai troppa, prima di fare l'acquisto online sarebbe preferibile anche confrontarsi con il servizio clienti per essere sicuri che il prodotto scelto rispecchi esattamente quanto descritto sul sito. Ultima cosa, ma non per importanza, verificate la garanzia obbligatoria di minimo un anno.

Il settore degli apparecchi elettronici ricondizionati diventa sempre più importante, in particolare quello degli smartphone che a fine 2017 valeva circa 19 miliardi di dollari. Le previsioni parlano di una crescita annuale del 10% e di un mercato che entro il 2022 dovrebbe raggiungere i 52,7 miliardi di dollari (fonte IDC). I prodotti ricondizionati possono essere venduti dai produttori nei propri store online (per esempio Apple e Asus), da catene di elettronica di consumo come Media- world, da colossi nell'e-commerce come Amazon e altri store online quali e-price. Tra gli altri nomi presenti nel panorama del "ricondizionato" online troviamo diversi siti, come PC Maddy che offre soprattutto pc (desktop, portatili e all-in-one), workstation e server, ma si possono trovare anche smartphone e stampanti. I prodotti rigenerati sono definiti "d'occasione" e solitamente nella scheda tecnica è indicato il termine "prodotto ex demo". In siti come questo studi professionali o piccole aziende possono trovare delle opportunità, visto che per alcuni pc è possibile acquistare lotti da tre o da cinque pezzi a un prezzo che scende in base alla quantità ed è quindi leggermente inferiore rispetto alla singola unità. Inoltre è possibile effettuare - ovviamente a pagamento - degli upgrade. Stessa tipologia di prodotti anche per Pc Outlet: i dispositivi ricondizionati sono quelli usati, o ex-demo oppure di fine leasing. Spesso dispongono di grandi stock di pc, portatili, workstation e se avete bisogno di acquistarne più di due basta contattarli per avere una proposta personalizzata. Recentemente si è aggiunto anche Refurbed.it, uno dei maggiori vendor di ricondizionati, che ha "aperto" un sito italiano. Al momento l'offerta è concentrata su smartphone (Apple e Samsung) e pc portatili e desktop.